Notizie flash:

Ovada: nuovo incontro per la sanità

di Fabrizio Mattana
18 maggio 2017 | 11:14
Ovada: nuovo incontro per la sanità
Per continuare a dare battaglia per la salvaguardia dell'ospedale di Ovada, si sono riuniti l'altra sera in Comune sindaci, associazioni, sindacati e partiti politici del territorio per fare il punto della situazione. Il recupero del pronto soccorso vero e proprio rimane uno degli obiettivi principali per cui vale la pena combattere, con la collaborazione di tutti, anche del 118 che pare continui a dirottare le ambulanze verso altri nosocomi, anche per i casi di lieve entità. "Dobbiamo batterci perchè tornino qui i codici bianchi e verdi - ha tuonato Mauro Rasore, medico di base nonchè consigliere di opposizione - in quanto un reparto che esiste ma non viene utilizzato , è soltanto uno spreco di denaro". L'affermazione di Rasore ha trovato pressochè tutti d'accordo. "Si cambi l'accordo fra Asl e 118! - è la richiesta dei sindaci - è necessario decongestionare gli altri ospedali valorizzando Ovada, che peraltro si distingue per alcuni reparti da considerarsi un fiore all'occhiello come quello di oncologia. Una buona notizia invece è emersa dopo un incontro dei sindaci con il direttore generale dell'Asl Gilberto Gentili:sono stati accordati come punto di riferimento per ortopedia gi ospedali di Acqui e Novi, anzichè Tortona, e quattro ore di ambulatorio ortopedico a settimana fino ad un totale di 20 visite. In discussione anche l'attivazione di un ambulatorio pneumologico-cardiologico. La difesa del Pronto Soccorso rimane comunque il principale obiettivo, considerando anche la nascita , al suo interno, di in progetto di collaborazione fra medici di base ed infermieri di famiglia che prevede un day hospital per malati cronici e per l'effettuazione di una serie di esami specialistici senza dover costringere il paziente a spostarsi in altri ospedali.