Notizie flash:

Scenari di paesaggio per i territori da vivere

di Fabrizio Mattana
17 maggio 2017 | 11:11
Scenari di paesaggio per i territori da vivere
Nell'ambito del progetto "Scenari di paesaggio per i territori da vivere", sono stati presentati presso la Loggia di S.Sebastiano ad Ovada i lavori realizzati dagli studenti del "Politecnico" di Torino, riguardanti la valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici del bacino che va da Ovada a Novi Ligure fino a Tortona. Un'analisi utile sia per la ricerca che per le amministrazioni locali. I ragazzi , non avendo legami particolari con il territorio, hanno potuto realizzare elaborati in maniera del tutto imparziale; una ventina di tavole idrografiche e due anni di lavoro in collaborazione con realtà culturali, sportive, operatori economici e varie associazioni oltre che con i Comuni. "Questo progetto - ha spiegato l'assessore all'urbanistica del Comune di Ovada Maria Grazia Di Palma - è stato uno dei primi approvati dall'attuale amministrazione. Ovada ,città di confine, vanta insieme a Rocca Grimalda, Gavi e Novi Ligure, un prodotto economico positivo, mentre il territorio circostante presenta brillanti risultati dal punto di vista ecologico ed ambientale". Gli studenti del "Politecnico", tuttavia, hanno espresso alcuni dubbi sulla mancanza di un piano regolatore recente, utile per la pianificazione stessa di un territorio che, secondo il docente Roberto Monaco, ha davvero un grande potenziale e presenta tutte le credenziali per uno sviluppo rapido e notevole. Ed oltre ai Comuni sostenitori dell'iniziativa insieme a varie associazioni, ne sono pienamente consapevoli la Fondazione Casa di Carità, che ha realizzato e gestito il progetto, e la Compagnia San Paolo che l'ha finanziato con un contributo di 200.000 euro.